DE | EN | FR | IT
Home | Media | Contatti | Jobs | Dimensione caratteri: + | ++ | +++

Comunicati stampa

Berna, 21 marzo 2006

L’esercizio 2005 della BLS Cargo SA

Forte crescita e successo finanziario

Un’ulteriore significativa crescita dei trasporti e un incremento dell’utile annuo caratterizzano l’esercizio 2005 della BLS Cargo SA. Le prestazioni effettuate nel trasporto merci su rotaia sono aumentate del 32 percento raggiungendo 2'823 milioni di tonnellate nette per chilometro. Il fattore di crescita più importante è stato rappresentato dal traffico combinato non accompagnato nel transito alpino sia sulla direttrice del Gottardo che sull’asse Lötschberg–Sempione, diventando quindi il segmento di traffico più importante dell’azienda. Il conto annuale 2005 chiude con un fatturato complessivo di 173 milioni di franchi svizzeri e un utile di 6,37 milioni di franchi svizzeri. Il Dott. Dirk Stahl, CEO della BLS Cargo, considera questi risultati positivi quale conferma del modello aziendale della BLS Cargo SA coerentemente applicato durante anni ovvero una strategia mirata per il corridoio Nord-Sud, cooperazioni internazionali e ottimizzazioni transfrontaliere.

La BLS Cargo SA, affiliata nel trasporto merci della BLS Ferrovia del Lötschberg SA, ha aumentato nell’anno 2005 nuovamente in modo notevole le proprie prestazioni di trasporto. Raggiungendo 2'823 milioni di tonnellate nette per chilometro, l’incremento è stato pari al 32 percento rispetto all’anno precedente (2'126 milioni di tonnellate nette per chilometro). Mentre il traffico di transito internazionale ha continuato a crescere fortemente, il trasporto a carro completo a livello nazionale è rimasto stabile. Come previsto, il traffico NFTA invece è diminuito considerevolmente in base ai grandi progressi nella costruzione nel tunnel di base del Lötschberg.

Sulla linea di transito via Lötschberg–Sempione la BLS Cargo ha registrato un aumento delle proprie prestazioni del 15 percento con 1'744 milioni di tonnellate nette per chilometro, consolidando la sua posizione quale leader di mercato su tale direttrice.

Sull’asse del Gottardo, la BLS Cargo ha conseguito nell’esercizio 2005 un incremento del traffico pari al 115 percento a 934 milioni di tonnellate nette per chilometro, raggiungendo quindi già due anni dopo l’inizio dei propri trasporti attraverso il Gottardo una posizione di mercato considerevole.

Il traffico combinato non accompagnato quale segmento più forte della BLS Cargo si è ulteriormente sviluppato in modo notevole. L’aumento dei trasporti di contenitori, casse mobili e semirimorchi nel 2005 è stato pari al 72 percento. Sull’asse del Lötschberg, la nostra azienda è riuscita ad incrementare le prestazioni del 16 percento soprattutto con clienti esistenti. Sulla direttrice del Gottardo, la BLS Cargo ha ampliato fortemente la propria offerta nel traffico combinato non accompagnato in collaborazione con la Railion Germania, triplicando il volume di traffico. Ora vengono serviti anche i passaggi di confine di Sciaffusa e di Luino.

Anche l’Autostrada viaggiante su mandato della RAlpin SA ha continuato il suo costante processo di crescita con un incremento del 20 percento. Durante giorni caratterizzati da una forte domanda viaggiano ora 11 coppie di treni sulla linea Friburgo in Brisgovia – Novara. Sono ormai all’incirca 80’000 autocarri annui che vengono trasportati dall’Autostrada viaggiante.
Una leggera crescita del 4 percento sull’asse del Lötschberg e addirittura una riduzione del 31 percento sulla direttrice del Gottardo ha subito invece il traffico a carro completo convenzionale, riconducibile a difficoltà congiunturali e strutturali. Nell’ambito dei treni raccoglitore tra le piattaforme di smistamento di Mannheim e Alessandria ovvero Torino, la BLS ha riscontrato una buona domanda per i trasporti di acciaio, automobili nuove e legno.
Oltre alla pressione esercitata dalla concorrenza e ai problemi congiunturali ha delle ripercussioni negative sul traffico convenzionale nel 2006 anche la riduzione delle sovvenzioni dei prezzi delle tracce deciso dal parlamento. La BLS Cargo si aspetta quindi un’ulteriore diminuzione di questo segmento sia per lo spostamento dei trasporti sugli altri assi (ad esempio sul Brennero) o su strada che per il trasferimento al traffico combinato non accompagnato.

Il traffico nazionale e legato alle importazioni/esportazioni rappresenta per la BLS Cargo un segmento di mercato minore, ma interessante. Si trasportano innanzitutto oli minerali, ma la BLS Cargo effettua anche treni completi carichi di rifiuti, gesso e carbone. Grazie agli sforzi continui destinati ad accrescere la competitività è stato possibile ottenere anche nell’anno in esame dei successi nell’ambito degli appalti, nonostante la maggiore pressione da parte di nuovi offerenti. Il volume di trasporto pari a 136 milioni di tonnellate nette per chilometro è rimasto stabile.

Il conto economico 2005 della BLS Cargo SA evidenzia che la forte crescita delle prestazioni degli ultimi anni si è svolta su una base economico-aziendale solida. Il fatturato complessivo è aumentato nel 2005 ad un valore di 173,1 milioni di franchi svizzeri (157 milioni di franchi svizzeri nell’anno precedente). Il risultato operativo prima degli interessi (EBIT) ha raggiunto 8,1 milioni di franchi svizzeri (5,7 milioni di franchi svizzeri nel 2004). L’utile è pari a 6,4 milioni di franchi svizzeri (3,5 milioni di franchi svizzeri nell’anno precedente). La BLS Cargo quindi ha conseguito per la quinta volta consecutiva un risultato positivo.
La crescita continua e i buoni risultati finanziari confermano il modello aziendale scelto che si distingue per le cooperazioni internazionali, la strategia di corridoio mirata e l’ottimizzazione transfrontaliera nell’ambito della produzione.

Dopo la realizzazione di successo negli anni precedenti, nel quadro di modelli di produzione comuni con la Railion Germania, di impieghi transfrontalieri di locomotive di ambedue i partner, nel 2005 sono stati impegnati per la prima volta anche macchinisti in modo sopranazionale. Il personale BLS quindi ha effettuato ad esempio viaggi via Basilea per Offenburg e Singen, mentre i collaboratori della Railion sono stati impiegati sulla linea da Basilea fino ad Erstfeld. L’impiego di macchinisti svizzeri ovvero tedeschi all’estero è stato praticamente equilibrato nell’anno in esame. È stata, inoltre, ampliata la gestione transfrontaliera dei trasporti, attuando un management attivo dei processi di confine. Quest’ultimo ha portato alla realizzazione di un proprio posto di servizio a Chiasso e alla decisione di fondare nel 2006 un’affiliata della BLS Cargo in Italia (Domodossola).

Le maggiori attività nel 2006 saranno rivolte alla preparazione a livello tecnico (ETCS) e d’esercizio del tunnel di base del Lötschberg. È previsto far viaggiare i primi treni della BLS Cargo attraverso tale nuova opera infrastrutturale a partire dal mese di giugno del 2007.

La BLS Cargo SA intende ampliare ulteriormente la sua importante posizione nel paesaggio ferroviario in Svizzera e in Europa anche nel 2006 e dare un contributo determinante al raggiungimento degli obiettivi di spostamento del traffico della Confederazione, sfruttando appieno la crescita pronosticata del traffico.

BLS Cargo SA

» indietro al sommario