DE | EN | FR | IT
Home | Media | Contatti | Jobs | Dimensione caratteri: + | ++ | +++

Comunicati stampa

Berna, 3 marzo 2016

Risultati annuali BLS Cargo 2015

Una crescita vigorosa nonostante il franco forte

Nel 2015 la BLS Cargo ha incrementato il volume di traffico dell'11 per cento e ha trasportato circa 2000 treni in più rispetto all'anno precedente. Nonostante il franco forte, l'impresa ha registrato un risultato positivo.

Rispetto all’anno precedente, il volume di traffico della BLS Cargo SA nel 2015 è cresciuto dell’11 per cento portandosi a 18 225 treni (anno precedente: 16 486 treni). Il volume è aumentato in quasi tutti i segmenti di traffico, ma sono cresciuti in modo superiore alla media i trasporti per conto dell’industria petrolifera. Questa crescita straordinaria è una conferma del buon posizionamento sul mercato della BLS Cargo. «Notiamo un’elevata accettazione e credibilità di BLS Cargo», afferma Dirk Stahl, CEO di BLS Cargo. «I clienti apprezzano il fatto che siamo autonomi e indipendenti dalle altre ferrovie, e che siamo in grado di realizzare nuovi sistemi di trasporto con idee creative e innovative». Questi sistemi di trasporto consentono all’impresa di offrire un rapporto competitivo fra prezzo e prestazioni, e convincono nuovi clienti internazionali ad affidarsi a BLS Cargo, nonostante il franco forte e la concorrenza degli altri operatori e del trasporto su strada.

Equilibrio finanziario

Con un fatturato di 170.4 milioni di franchi (anno precedente: CHF 166.9 mio.) nel 2015 la BLS Cargo ha conseguito un risultato operativo positivo (EBIT) pari a 2.1 milioni di franchi (anno precedente: 3.9 mio.). Il conto economico ha registrato un utile di 0.3 milioni di franchi (anno precedente: CHF 2.5 mio.). Pertanto nel 2015 è stato possibile raggiungere un risultato finanziario equilibrato nonostante le notevoli sfide a livello valutario. La BLS Cargo è stata fortemente penalizzata dalla decisione della Banca nazionale svizzera di sopprimere il cambio minimo dell’euro all’inizio del 2015. Una gestione efficiente dei costi e il maggior valore aggiunto generato dall’impiego innovativo di locomotive a livello transfrontaliero hanno compensato gli oneri finanziari in parte.

Un contesto difficile per il trasporto merci su rotaia

Gli sviluppi del 2015 rischiano di far perdere terreno alla ferrovia nella competizione con il trasporto su strada. Il basso prezzo del carburante diesel rende nettamente più competitivi i trasporti su strada, mentre i costi regolamentati dell’energia ferroviaria non sono stati adeguati. Questa situazione intensifica le pressioni sui prezzi delle imprese di trasporto merci su rotaia. Contemporaneamente aumentano costantemente gli oneri amministrativi e i costi a carico delle imprese di trasporto merci su rotaia per soddisfare diversi obblighi regolamentari (ad esempio attestato di sicurezza, accesso alla rete, manutenzione) nonché la complessità dei sistemi (ad esempio il sistema di definizione dei prezzi delle tracce, il sistema di sicurezza ETCS). Il legislatore e l’amministrazione devono essere maggiormente consapevoli delle conseguenze economiche delle loro decisioni. Le decisioni politiche attuali provocano un sensibile aumento dei costi per il trasporto merci su rotaia mentre riducono quelli per il trasporto su strada.

Preparativi per il tunnel di base del Gottardo

Il 2016 segnerà una tappa importante per il futuro della BLS Cargo: la quota di clienti gestiti direttamente non è mai stata così alta e anche geograficamente nel 2016 la BLS Cargo assume più responsabilità che in passato per numerosi clienti internazionali, diventando l’unico interlocutore per tutta la tratta.

La BLS Cargo si sta preparando all’apertura della galleria di base del Gottardo (GBG) in giugno poiché ritiene che questo evento sarà una pietra miliare della politica di trasferimento del traffico su rotaia. I preparativi comprendo l’equipaggiamento delle locomotive con il più recente sistema di sicurezza, la formazione dei collaboratori e la predisposizione dei concetti operativi. La BLS Cargo prevede che la galleria di base non dispiegherà i suoi effetti positivi già dal 2016. Infatti, fra il 2016 e il 2021 sono previsti diversi lavori, fra i quali quelli per il corridoio di 4 metri, che limiteranno le capacità. Inoltre, si dovrà assicurare che le tracce assegnate al traffico merci siano disponibili anche in termini di capacità e qualità in modo che la GBG, che è stata realizzata principalmente per il trasporto merci, consenta di attuare concetti operativi ottimizzati. In questo contesto sono presenti ancora diverse lacune e si evidenzia una necessità d’intervento da discutere con l’UFT e FFS Infrastruttura. 

 

 

 

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a Stefanie Burri al numero telefonico +41 58 327 30 17 oppure per e-mail all’indirizzo stefanie.burri@bls.ch.

 

BLS Cargo AG

» Versione stampa con grafiche

» Referat zur Bilanz-Medienkonferenz von Dr. D. Stahl (tedesco)

 

 

» indietro al sommario